Ridurre le dimensioni di un PDF senza perdite di qualità: PDFelement

La sigla PDF sta per Portable Document Format, e nell’era digitale, in cui la firma, lo scambio e la condivisione di documenti avvengono in cloud, il formato in questione è più che mai utilizzato e conosciuto.

Il formato fu introdotto nel lontano 1992 dalla famosa Adobe, e il successo fu immediato, soprattutto grazie alla possibilità di questi documenti di contenere diverse tipologie di dati, dal testo alle immagini, passando per collegamenti ipertestuali e per i video.

Col tempo, poi, il formato è stato ulteriormente migliorato e ottimizzato mediante la protezione da modifiche e la possibilità di contenere le firme.

Tutti questi fattori spiegano molto chiaramente come mai il formato PDF sia ancora oggi ampiamente utilizzato, qualunque sia il settore in cui si opera. Tuttavia, in virtù dell’enorme mole di informazione (tra cui i differenti tipi di contenuti multimediali) che i file PDF possono contenere, non è difficile immaginare che essi possano raggiungere molto velocemente un “peso” di diversi megabyte, se non gigabyte.

I file PDF e le dimensioni

Quando i file PDF raggiungono dimensioni troppo elevate, perdono la loro praticità, e non riescono più a soddisfare le esigenze per le quali sono stati creati. Diventa infatti difficile – se non impossibile – condividerli via e-mail, nonché aprirli e consultarli rapidamente, soprattutto se si utilizzano computer datati.

A questi problemi, poi, si aggiunge lo spazio che essi possono occupare sul proprio disco rigido. Soprattutto in ambito amministrativo, dove viene gestita un’importante quantità di documenti, è fondamentale avere documenti di pochi kilobyte, poiché in caso contrario, il disco fisso del proprio computer può raggiungere la saturazione molto velocemente.

Ma è possibile ridurre le dimensioni dei file PDF troppo pesanti? Per fortuna la risposta è affermativa, e per raggiungere questo obiettivo è possibile utilizzare uno dei tanti tool disponibili sul web, il cui scopo non è altro che andare a comprimere il file senza alterarne la leggibilità, ottenendo così una riduzione delle sue dimensioni. Ma vediamo insieme quali sono i migliori strumenti per ottenere questo risultato.

Quali sono i software che riducono la dimensione dei PDF

La possibilità di ridurre le dimensioni di un file PDF è offerta proprio da Adobe, l’azienda che ha inventato il formato. Il servizio è accessibile direttamente da Adobe Acrobat, è abbastanza veloce e raggiunge un buon livello di compressione. Tuttavia, il servizio presenta due difetti: può essere difficile da trovare tra le funzionalità di Adobe Acrobat, e richiede anche la sottoscrizione di un abbonamento piuttosto costoso.

Altre due alternative sono Foxit e EaseUS, che combinano buone performance a una velocità elevata, anche se possono risultare complicati per coloro che hanno poca esperienza con l’uso del computer, date le varie opzioni e impostazioni che è possibile (o in alcuni casi necessario) settare.

Uno dei tool più semplice per ridurre file PDF è PDFelement, una utility dal costo annuale relativamente basso che presenta una caratteristica fondamentale, assente in quasi tutti gli altri servizi: la compatibilità con molte piattaforme.

Grazie a PDFelement, con una sola licenza è possibile ottenere il software sul proprio computer e sullo smartphone, in modo da poter lavorare e comprimere i PDF da qualunque postazione, senza la necessità di spostarsi.

Un’altra caratteristica di PDFelement molto acclamata dagli utenti è l’intuitività. È infatti possibile utilizzare lo strumento multipiattaforma sin da subito, senza la necessità di seguire tutorial, in quanto ogni informazione e ogni comando è esattamente dove l’utente si aspetta di trovarlo.

A ciò si aggiunge la possibilità di editare i PDF in maniera istantanea, trascinando immagini e aggiungendo caselle di testo esattamente come si fa su Word, senza tuttavia dover passare per il formato creato da Microsoft.

Grazie a tutte queste caratteristiche, PDFelement è senza dubbio tra gli strumenti più acclamati da grandi aziende, tra cui Fujifilm e Hitachi.

Come usare il software

Come già detto, usare questo software per ridurre dimensioni PDF è estremamente semplice, in quanto tutto ciò di cui si necessita è disponibile all’apertura dell’applicazione. L’interfaccia principale del software, infatti, contiene tutti i comandi utili per modificare, creare o firmare un PDF. Una volta elaborato come desiderato, infine, si può procedere con la compressione con soli due click: basterà infatti andare in File – Ottimizza e settare il livello di compressione desiderato, scorrendo su una scala che va da “Basso” a “Alto”.

Scorrendo sulla scala, inoltre, il software informa l’utente del livello di compressione raggiunto e del peso del file risultante sul disco rigido. Non è necessario settare altri complicati parametri o selezionare caselle con funzioni sconosciute: la procedura è semplice e intuitiva, esattamente come descritto.

Conclusioni

In definitiva, benché vi siano diverse opzioni in campo per comprimere i PDF, la soluzione offerta da PDFelement è senza dubbio tra le migliori. Oltre alla semplicità di utilizzo, infatti, la piattaforma garantisce un risultato di alta qualità che, nonostante la compressione, è ancora perfettamente leggibile.

Redazione

Redazione

webgraf.it è un blog di informazioni di arredo, arte, benessere, design, grafica, moda, travel, web e molto di più. Cerchiamo di offrire i migliori consigli ai nostri utenti e rendere la nostra passione, per la notizia e la scrittura, un qualcosa da poter condividere con tutti. Puoi contattarci tramite E-mail a: onlyredazione[@]gmail.com
centro psicologia online Previous post Psicologo 4U: un nuovo centro clinico digitale di Psicologia Online